Bachelor of Science in levatrice

Nutre un interesse particolare per la maternità, l’assistenza alla donna, al bambino e alla famiglia? In questo caso dovrebbe prendere in considerazione la professione di levatrice. La levatrice informa e assiste le donne durante la gravidanza, il parto, il puerperio e l’allattamento e sorveglia regolarmente lo stato di salute della donna e del bambino. Gestisce in maniera autonoma le gravidanze e le nascite con decorso normale e, nel periodo successivo al parto, promuove la salute delle puerpere e dei neonati. Collabora con altri professionisti ed esercita la propria attività all’interno di un team interdisciplinare.

Requisiti

Condizioni di ammissione alla formazione di base:

  • età minima: 18 anni
  • maturità liceale o maturità professionale
  • a seconda della scuola è richiesto un periodo di pratica in ospedale o servizio sanitario o corso preparatorio

superamento dell'esame di ammissione.

Condizioni di ammissione alla formazione complementare:

  • diploma in cure infermieristiche riconosciuto  
  • pratica ospedaliera  
  • esame di ammissione.

Le condizioni di ammissione possono variare, si consiglia perciò di consultare i regolamenti dei singoli centri di formazione.

Attitudini richieste

  • Calma, autocontrollo e sangue freddo  
  • Capacità di mettere a proprio agio gli altri  
  • Capacità di sopportare la vista del sangue  
  • Disponibilità  
  • Interesse per le cure mediche  
  • Resistenza nervosa  
  • Senso delle responsabilità
  • Senso per le relazioni umane

Formazione

La formazione è dispensata in dipartimento sanità di una Scuola universitaria professionale (SUP). Esistono due diversi iter formativi.
 
Formazione di base durata

3 - 4 anni

Formazione complementare durata

2 anni, aperta a diplomati in cure infermieristiche

Durata

Formazione di base durata: 3 - 4 anni

Formazione complementare durata: 2 anni

Titolo

Bachelor of Science SUP di levatrice 

Luoghi di studio SUP

Berner Fachhochschule
Fachbereich Gesundheit
Murtenstrasse 10
3008 Bern
031 848 35 00
gesundheit@bfh.ch
www.bfh.ch

Haute école de santé HEdS
Avenue de Champel 47
1206 Genève
022 388 56 00
info.heds@hesge.ch
www.heds-ge.ch 

Haute Ecole de Santé Vaud
Avenue de Beaumont 21
1011 Lausanne
021 316 80 00
info@hesav.ch
www.hesav.ch  

ZHAW Zürcher Hochschule für Angewandte Wissenschaften
Departement Gesundheit
Technikumstrasse 71
8401 Winterthur
058 934 63 03
info.gesundheit@zhaw.ch
www.zhaw.ch/gesundheit

Luoghi di lavoro

Gran parte delle levatrici lavora negli ospedali, ma aumenta costantemente il numero delle levatrici indipendenti che praticano al domicilio delle clienti. Possono esercitare in uno studio di levatrice, in una casa di parto o accompagnare le clienti all'ospedale o in clinica per il parto.

Condizioni di lavoro

L'esercizio della professione può essere soggetto ad autorizzazione; le disposizioni variano da cantone a cantone. In Ticino l'autorizzazione è prevista per chi svolge attività indipendente.

Per chi lavora in ospedale le condizioni di lavoro sono fissate dal regolamento organico per il personale dell'Ente ospedaliero cantonale. Il lavoro è a turni e lo stipendio mensile. Le prestazioni delle levatrici sono coperte dalle casse malati.

Esiste una buona richiesta di levatrici qualificate.

Compiti

Ciò rende la professione variata e anche impegnativa. Per questo la levatrice deve disporre di un vasto bagaglio di sapere, al quale potere attingere in qualsiasi momento. Generalmente la levatrice lavora in modo autonomo, deve però saper riconoscere immediatamente situazioni a rischio per richiedere l'intervento del medico con il quale, in caso di complicazioni, deve collaborare strettamente. E' perciò fondamentale che sappia mantenere la calma e la capacità decisionale anche sotto stress. Durante il parto la levatrice effettua vari controlli applicando sia le tecnologie più moderne sia l'antico sapere. Sorveglia ostantemente la salute della mamma e del nascituro. Crea l'atmosfera di fiducia e informa man mano la donna e il suo compagno. Offre inoltre un sostegno psicologico, sostiene la donna durante le contrazioni e le trasmette la fiducia nelle proprie risorse.

La levatrice deve essere in grado di affrontare anche situazioni difficili. Può succedere che la donna sia in uno stato di squilibrio psichico, che il bambino nasca malformato o addirittura che muoia. Tutto ciò richiede doti psicologiche, pratiche, tecniche e grandi conoscenze specifiche. La levatrice deve sviluppare il giusto equilibrio tra coinvolgimento e distanza, così che possa elaborare determinati eventi. Oltre a queste attività svolge anche compiti amministrativi annessi (rapporti, trasmissione di documenti agli uffici competenti del comune, ecc.).

Perfezionamento

  • le associazioni professionali e gli ospedali offrono regolarmente corsi di aggiornamento e di formazione continua;
  •  corsi di formazione superiori presso il dipartimento sanità della Scuola universitaria professionale (SUP) di Manno. 

Immagini

 

Origine: schede InfoProf, CSFO Berna